nel numero 2 del 2014

Autorizzazione generale e diritti d’uso delle frequenze. Pianificazione strategica e gestione dello spettro radio (Articoli 14-14 ter, 27 e ss)

Antonio Provenzano

Claudia Stazi

5,00

Dopo un breve excursus sul processo di liberalizzazione del settore, la prima parte del lavoro illustra gli interventi comunitari che hanno determinato il passaggio da un modello “amministrativo” di accesso al mercato ad un modello “normativo”, basato sul sistema dell’autorizzazione generale. Inoltre vengono descritte le politiche di armonizzazione e di implementazione verso un uso efficiente dello spettro, varate dalle Istituzioni europee nel corso degli anni e che sono state, poi, riprese nell’ambito della Direttiva europea n. 140/2009.

Nella seconda parte, il lavoro descrive gli articoli del Codice che disciplinano i diritti d’uso delle frequenze radio e le modalità per il relativo conseguimento nonché, alla luce delle novità introdotte dalla Direttiva n. 140/2009, ricostruisce le tipologie di trading delle frequenze e le relative procedure autorizzative, ammissibili nel nostro ordinamento. Infine, vengono illustrate le norme in tema di diritti amministrativi e contributi anche alla luce dei provvedimenti dell’Agcom con cui è stata data concreta attuazione a tali disposizioni.

Gli Autori

Antonio Provenzano

Direttore della Direzione Infrastrutture e Servizi di MediaDirigente di ruolo dell’Ufficio Pluralismo, Concorrenza e AutorizzazioniFunzionario con incarico di assistente/consigliere di Commissario dell’AutoritàFunzionario presso il Dipartimento Garanzie e Contenzioso dell’AutoritàResponsabile Direzione Infrastrutture e Servizi di MediaAbilitazione all’esercizio della professione di Avvocato conseguita presso la Corte d'Appello di CatanzaroAvvocatoLaurea con lode in Giurisprudenza presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli

Claudia Stazi