nel numero 1 del 2013

Controllo e collegamento tra codice civile e legislazione dell’editoria

Arnaldo Parisella

Roberto Carleo

5,00

La questione della erogazione dei contributi all'editoria sembra essersi trasformata da diritto a problema.

La difficoltà della risposta è determinata essenzialmente dal susseguirsi di una disciplina emergenziale la cui lettura- già da tempo autorevolmente ritenuta impossibile da riferire con chiarezza, e con relativa brevità, trattandosi invero di una legislazione così complessa e minuziosa, con incastro di regole, di eccezioni, e di contro-eccezioni – non solo non ha trovato miglioramenti nelle molte auspicate semplificazioni, ma anzi ha ulteriormente aggravato la posizione dell'interprete, disorientandolo sempre di più in un groviglio confuso ed inestricabile di disposizioni.

Le incertezze risultano aggravate anche dal fatto che le molteplici letture si spingono fino ad incidere altresì sul riparto di giurisdizione, pretendendo anche una problematica attrazione di un diritto soggettivo, che si vorrebbe degradato ad interesse legittimo, verso la giurisdizione amministrativa.

Sembra, pertanto, doveroso uno sforzo teso al tentativo di ricondurre a sistema questi frammenti che si susseguono, rileggendo la disciplina fra testo e contesto, fra specificità del settore, specialità ed eccezionalità.

Il problema si coglie in maniera emblematica soffermandosi sul punto della disciplina del controllo e collegamento.

Questi concetti ed istituti sono stati impiegati nel corso degli anni per diverse finalità, ed in distinte accezioni, nonchè attribuiti alla verifica ed accertamento da parte di differenti pubbliche amministrazioni e poi alla cognizione di giudici appartenenti a diverse giurisdizioni.

Un'analisi di essi può costituire, innanzitutto, un momento utile per rileggere le interferenze esistenti tra le disposizioni contenute nel codice civile e quelle dettate nell'ambito delle discipline speciali sulla trasparenza degli assetti proprietari degli editori e sulla contribuzione pubblica all'editoria debole (fino al 2010 rimaste distinte anche nei reciproci rapporti); inoltre, un'utilità ben più significativa può poi trarsi dalla verifica dell'attuale assetto disciplinare, ed in particolare se esso risulti ancora coerente con i principi costituzionali di trasparenza delle forme di finanziamento dell'editoria e del pluralismo dell'informazione, da cui le stesse discipline hanno tratto origine.

 

Gli Autori

Arnaldo Parisella

Arnaldo Parisella, nato a Frosinone il 7.11.1981, nel 2004 si è laureato in Giurisprudenza, con lode, presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Vincitore di una borsa di ricerca biennale (2005/2007) in Diritto dell'Impresa, presso l'Unioncamere di Roma, ha poi conseguito nel 2012 il titolo di dottore di ricerca in Pubblico e Privato nel Diritto dell'Impresa presso l'Università degli Studi di Napoli "Partenope". È autore di una monografia ed articoli in materia di diritto societario e diritto industriale.

Roberto Carleo

Nato a Napoli il 6 marzo 1968 e residente in Roma,CURRICULUMÈ attualmente professore ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo, ove è inoltre Direttore della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali nonché componente della Commissione per la Ricerca scientifica, ed infine componente della Commissione spin-off di Ateneo.È incaricato dell’insegnamento di Diritto di Famiglia presso l’Universita LUISS di Roma, dove ha già ricoperto anche l’insegnamento di European Private Law.è componente del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in “Il diritto privato europeo dei rapporti patrimoniali, civili e commerciali”, con sede presso l’Università degli Studi di Verona.È avvocato abilitato al patrocinio dinnanzi alle Giurisdizioni Superiori, specializzato in diritto civile, societario e bancario.Si é laureato con lode in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” il giorno 4 dicembre 1990Ha svolto a contratto un corso di Istituzioni di Diritto Privato, negli A.A. 1995/96, 1996/97, 1997/98, presso l’Associazione D.U.E.C., Diploma Universitario in Economia e Amministrazione delle Imprese (Università di Perugia, Facoltà di Economia), Loc. Pentima Bassa 21, Terni.Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in “Diritto delle imprese in crisi” (Xº ciclo), presso la Facoltà di Economia dell’Università di Napoli “Federico II”, in data 11 maggio 1999Ha preso servizio come ricercatore (2000) professore associato (2001) e quindi professore ordinario (2005), sempre presso l’Ateneo Teramano. È autore di tre monografie rispettivamente dedicate a “Le vicende soggettive della clausola compromissoria”, Giappichelli Editore, Torino, 1998; “Prelazione legale e interesse dei creditori”, Giuffré, Milano, 2000; “L’esecuzione anticipata del contratto”, (ed.pr.) Giuffré, Milano (Roma), 2003 e di alcuni saggi in tema di responsabilità civile, contratto di locazione, clausole vessatorie nei contratti dei consumatori, disciplina della vendita dei beni di consumo, interpretazione del testamento, fondazioni bancarie, contratto di outsourcing, e arbitrato.ULTIME PUBBLICAZIONITra le pubblicazioni più recenti si segnalano:1) Contributo “Gli strumenti di tutela di risparmiatori e investitori istituiti presso la CONSOB: procedure di conciliazione e arbitrato, sistema di indennizzo e fondo di garanzia”, in AA.VV. “Disciplina dei mercati finanziari e tutela del risparmio”, Milano, Giuffré, 2008, pp. 361-403;2) Nota a sentenza “Danno da fumo ‘attivo’e autoresponsabilità”, commento a Trib. Roma, Sez. 2a, n. 10997 del 5.1.2008, in Giust. Civ., 2008, 1789-1797;3) Contributo su “L’interpretazione del testamento”, in Trattato di diritto delle successioni e donazioni (Volume II), diretto da G. Bonilini, Milano, Giuffré, 2009, p. 1475-1537;4) Voce “Codici di settore”, in Enciclopedia Italiana Treccani XXI Secolo – Norme e Idee, diretta da T. Gregory, Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, Roma, 2009, p. 469-478,5) Contributo su “La responsabilità civile del professionista per l’attestazione dei piani di intervento”, in AA.VV.. Studi per Franco Di Sabato. Vol II, Napoli, ESI, 2009;6) Saggio intitolato “La noción de “bienes de consumo””, in Revista de derecho privado, ISSN 0034-7922, Año nº 93, Mes 11-12, 2009 , pags. 85-112.