Ecosistema dei big data, concorrenza e pluralismo dell’informazione

5,00

Svuota

La crescita della Rete ha condotto all’affermazione di pochi grandi operatori, generando mercati fortemente concentrati, consolidati in un oligopolio digitale globale. L’accumulazione di enormi masse di dati ha infatti consentito a pochi soggetti di beneficiare di straordinarie esternalità di rete ed economie di scala. Il potere di mercato dei giganti del web non appare più sortire soltanto effetti di tipo economico: l’impiego su larga scala di tecniche algoritmiche di profilazione degli utenti comporta un impatto dirompente sul pluralismo dell’informazione. Le nuove modalità di produzione e fruizione dei contenuti informativi rese possibili dalla diffusione della Rete, infatti, presentano delle caratteristiche che integrano alcune rilevanti implicazioni per la tutela della concorrenza e del pluralismo e pongono degli interrogativi sul ruolo che l’oligopolio della rete sta assumendo nell’ambito dei processi democratici.

L'autore

Elia Ferrara