MC – Numero 1/2021

25,00

Svuota

La pandemia, in seguito al diffondersi del COVID-19, ha generato una innumerevole circolazione di informazioni e soprattutto di fake news. Questo e tanto altro è raccolto nell’editoriale del Prof. Astolfo Di Amato nell’editoriale del numero 1 dell’anno 2021. Il tema delle fake news viene qui analizzato non soltanto dal punto di vista informativo, ma soprattutto dal punto di vista professionale. Per arginare il fenomeno delle notizie false non basta più verificarne le fonti, ma offrire al lettore uno strumento di comunicazione di alta professionalità.
Notevole il contributo di Marcello D’Aponte riguardo la Nota a Corte di Appello di Roma 27.01.2021, n. 2982 sul lavoro giornalistico e subordinazione, in merito all’obbligo di versamento per il direttore della testata giornalistica che sia anche socio.
Di particolare interesse il lavoro presentato da Federica Loffredo in merito alla Next Generation ed i mercati generali. Il lavoro intende analizzare, nel contesto dei mercati digitali, le priorità dell’Unione Europea nell’ambito della proposta “Next Generation EU”, la quale contribuirà a riparare i danni economici e sociali immediati causati dalla pandemia di Coronavirus, per creare un’Europa post COVID-19 più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.
Sul tema Big Data e Pluralismo dell’informazione grande attenzione merita la ricerca curata da Elia Ferrara. La crescita della Rete ha condotto all’affermazione di pochi grandi operatori, generando mercati fortemente concentrati, consolidati in un oligopolio digitale globale. L’accumulazione di enormi masse di dati ha infatti consentito a pochi soggetti di beneficiare di straordinarie esternalità di rete ed economie di scala. Alessia Leonardi e Gennaro Ragucci esaminano il legame esistente tra i livelli di apertura e chiusura presenti nei moderni sistemi digitali di uso quotidiano, le correlate dinamiche competitive e gli effetti sul benessere sociale. Sciarelli, Tani, Prisco e Turriziani presentano invece un lavoro che mira ad indagare, tramite un caso studio, come le imprese che operano in settori controversi e di tipo B2C possano utilizzare i social media per avviare un processo dialogico con i propri utenti relativamente alle attività collegate ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale. Infine, l’articolo di Viviana Jandoli sull’avvento della pandemia e la necessaria chiusura degli istituti d’arte e dei teatri, archi e biblioteche, che ha reso la digitalizzazione delle immagini del patrimonio culturale l’unico modo per continuare a trasmettere, appunto, cultura fin nelle nostre case. In questo, l’uso dei social network si è reso quanto mai funzionale a tale scopo con l’obiettivo di raggiungere le fasce più giovani della popolazione e, in generale, quei fruitori poco abituati ai consumi culturali.

L'autore

Alessia Leonardi

Anna Prisco

Astolfo Di Amato

Aree di attività: Diritto Amministrativo; Agenzia, Distribuzione, e la legge Franchising; Antitrust e regolamentazione; Banking, Finance e Capital Markets; Attività Crimini e indagini; Societario e commerciale; Ambientale; Contenzioso e risoluzione delle controversie; Mergers & Acquisitions; Riorganizzazione e insolvenza.Appuntamenti professionali:Membro del Ministero delle Politiche Europee commissione per la cultura (Teatro e Cinema) (2003 ad oggi)Membro del Ministero della commissione Giustizia per la riforma della legge italiana sui reati fiscali (1993)Membro del Ministero della commissione Giustizia per la riforma della legge italiana sul lavoro Crimes (1991)Membro del Comitato Alto della magistratura (Consiglio Superiore della Magistratura) (1978-1982)Questioni rappresentativi:Difendere un grande produttore multinazionale di cemento amianto in relazione alle oltre 2.000 domande proposte nei confronti della società per le morti e le malattie legate all'amianto. Rappresentazione comprende sia gli aspetti civili e penali della questione.Difendere una persona per quanto riguarda l'accusa di frode fiscale e l'evasione fiscale derivante dalle vendite internazionali dei diritti televisivi.Rappresentare un produttore leader di sistemi di trasporto, con tutte le questioni societarie e commerciali, tra cui le principali acquisizioni e gare pubbliche.Consigliare il cliente - la società di gestione di uno dei parchi logistici più meridionale d'Europa - su tutte le questioni societarie e commerciali relativi alle operazioni del parco.Difeso più persone nella mani pulite ("mani pulite") dell'inchiesta.Contestato oltre 1.000 processi e appelli.Appuntamenti accademico:Professore Ordinario di diritto societario e commerciale, Università di Napoli (1985 ad oggi).Professore di Telecomunicazioni e Media Law, Università di Napoli (2000 ad oggi).Professor of Business Crimine Legge, LUISS, Roma (1972-1985).Appuntamenti editoriali:Direttore del Law Review Diritto dell'Impresa ("Business Law")Direttore del Trattato di Diritto Penale dell'Impresa ("Trattato di diritto commerciale Crimine")Direttore del Law Review Diritto Ed. Economia dei Mezzi di Comunicazione ("Diritto ed Economia della Comunicazione e media") (2002 ad oggi)Premi:Il Premio alla Carriera - Premio Internazionale Miami 2005 in La Fondazione Nelle Americhe - Gente d'Italia.

Elia Ferrara

Federica Loffredo

Federica Loffredo ha conseguito la laurea magistrale con lode in Scienze politiche dell’Europa e strategie di sviluppo presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II nel 2017. Dopo aver frequentato un Master in Antitrust Law presso la Business School del Sole 24 Ore a Milano, nel 2018 ha svolto una stage semestrale presso la Direzione Legal & Regulatory Affairs di Sky Italia S.r.l., dove ha avuto modo di approfondire le tematiche legate al diritto della concorrenza e alla regolazione nel mercato dell’audiovisivo. Dal 2018 al 2019 ha maturato un’esperienza di praticantato annuale presso la Direzione Reti e Servizi di Comunicazioni Elettroniche dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni di Napoli, dove ha fornito supporto ad attività di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche, analisi di mercato dei servizi di accesso alla rete fissa, attività di vigilanza e monitoraggio nell’ambito di procedimenti sanzionatori per violazione degli obblighi regolamentari.

Gennaro Ragucci

Ilaria Napolitano

Ilaria Napolitano, nata a Roma nel 1976, laureata con lode presso l’Università La Sapienza di Roma, svolge la professione di avvocato dal 2003, abilitandosi al patrocinio innanzi alle magistrature superiori nel 2015.
Si occupa sia di attività giudiziale che stragiudiziale, prevalentemente nell’ambito del diritto civile, commerciale e tributario.
Ha collaborato per molti anni con l’Università LUISS Guido Carli di Roma, prima come titolare di contributo per attività di ricerca nell’ambito dell’insegnamento del diritto civile, poi come titolare di contratto per corso integrativo di Istituzioni di Diritto Romano.

Lorenzo Turriziani

Marcello D'Aponte

Mario Tani

Mauro Sciarelli

Viviana Jandoli