Next Generation EU: l’Europa verso la transizione generale

5,00

Svuota

Il presente lavoro intende analizzare, nel contesto dei mercati digitali, le priorità dell’Unione Europea nell’ambito della proposta “Next Generation EU”, la quale contribuirà a riparare i danni economici e sociali immediati causati dalla pandemia di Coronavirus, per creare un’Europa post COVID-19 più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.

A tal fine, ci si è soffermati sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza elaborato dal Governo italiano, onde evidenziare il gap che contraddistingue il nostro Paese nella diffusione delle reti ad altissima capacità, e la necessità di maggiori investimenti in infrastrutture e tecnologie digitali. In seguito, il presente contributo analizza lo stato dell’arte della Strategia Nazionale per la Banda Ultralarga, e i successivi interventi previsti a livello nazionale. In particolare, nell’esaminare il settore delle reti e delle infrastrutture di comunicazione, ci si è soffermati sul progetto nazionale di rete unica, analizzato sotto un profilo concorrenziale, al fine di prevedere in che modo i fondi del Next Generation EU possano essere investiti per contribuire alla realizzazione di tale progetto, preservando al contempo una sana ed equa concorrenza tra gli operatori del mercato. Successivamente, si sono volute ripercorrere le linee programmatiche del Governo Draghi in materia di infrastrutture e servizi digitali, sottolineando il cambio di strategia rispetto al precedente esecutivo. Da ultimo, si è tentato di analizzare i punti deboli del sistema digitale nazionale, e le opportunità che il Next Generation EU potrebbe comportare per garantire una ripresa forte e simultanea, fondamentale per la tenuta e il rafforzamento dell’UE, per la salvaguardia del mercato unico, e per la capacità di far progredire i diritti e i valori europei a beneficio delle future generazioni. 

L'autore

Federica Loffredo

Federica Loffredo ha conseguito la laurea magistrale con lode in Scienze politiche dell’Europa e strategie di sviluppo presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II nel 2017. Dopo aver frequentato un Master in Antitrust Law presso la Business School del Sole 24 Ore a Milano, nel 2018 ha svolto una stage semestrale presso la Direzione Legal & Regulatory Affairs di Sky Italia S.r.l., dove ha avuto modo di approfondire le tematiche legate al diritto della concorrenza e alla regolazione nel mercato dell’audiovisivo. Dal 2018 al 2019 ha maturato un’esperienza di praticantato annuale presso la Direzione Reti e Servizi di Comunicazioni Elettroniche dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni di Napoli, dove ha fornito supporto ad attività di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche, analisi di mercato dei servizi di accesso alla rete fissa, attività di vigilanza e monitoraggio nell’ambito di procedimenti sanzionatori per violazione degli obblighi regolamentari.