nel numero 2 del 2014

Soggetti, funzioni e procedure di regolazione (Articoli 7, 8, 10-12)

Germana Volpi

Maria Luce Mariniello

5,00

Il Capo II del Codice delle comunicazioni elettroniche (CCE) è rubricato «Funzioni del Ministero e dell’Autorità ed altre disposizioni comuni» e detta norme eterogenee, in quanto dirette a defi nire le competenze dei principali attori istituzionali e i rispettivi ruoli nell’esercizio della funzione regolatoria (artt. 7-8) nonché il modus procedendi nell’interazione reciproca e con le forze del mercato (artt. 10-12 bis). Nel tracciare il riparto di funzioni tra i soggetti dello spazio regolatorio, il Codice delinea, altresì, il quadro più generale di competenze nell’ordinamento “sezionale” e “composito” delle comunicazioni elettroniche. Se l’espressione “ordinamento” denota la rilevanza sistemica del complesso intreccio di rapporti istituzionali caratterizzante l’allocazione di funzioni di market regulation in questa materia, i caratteri della “sezionalità” e “composizione” sono stati rilevati dalla dottrina soprattutto per evidenziare le trasformazioni intervenute sull’assetto istituzionale per effetto dell’attuazione del pacchetto di direttive del 2002.

Gli Autori

Germana Volpi

Maria Luce Mariniello